ARTICOLO

Incarichi lunghi e tempi di consegna rapidissimi: la vita di un fotografo sportivo di agenzia

Il fotografo sportivo senior Richard Heathcote parla del suo lavoro in Getty Images e di come il sistema EOS R di Canon l'abbia aiutato a trasformare il suo flusso di lavoro.
Richard Heathcote che guarda attraverso il mirino di una fotocamera Canon EOS R5 con un teleobiettivo.

In qualità di fotografo sportivo senior di Getty Images, Richard Heathcote si occupa di eventi sportivi importanti in tutto il mondo, sempre con il kit Canon. Della vita in agenzia dice: "C'è sicuramente molta più libertà creativa. Un fotografo di giornali è sempre alla ricerca della storia, mentre un fotografo di agenzia può essere molto più creativo durante gli eventi e pensa alle cose in modo diverso".

Molte fotografie sportive raggiungono il pubblico tramite agenzie come Getty Images, Reuters e la European Pressphoto Agency, ma in pochi sanno qualcosa sui fotografi che le hanno scattate. Quali sono gli aspetti positivi e negativi del lavorare in un'agenzia? Perché i fotografi scelgono di lavorare così? Quanto tempo passano fuori casa e quanta liberà creativa hanno?

Richard Heathcote, fotografo sportivo senior di Getty Images, è attualmente uno dei fotografi di agenzia più esperti. È un fotografo professionista da 25 anni e si è occupato di numerosi eventi sportivi, compresi tutti i più famosi tornei internazionali di calcio, rugby e sport in generale. Nel 2019 ha vinto il premio Sports Journalist Association Photographer of the Year e nel 2020 è vincitore assoluto dei World Sports Photography Awards.

Qui, Richard parla della vita di un fotografo di agenzia, del suo flusso di lavoro quando si occupa di grandi eventi sportivi e rivela l'impatto che il sistema EOS R di Canon ha avuto sul suo lavoro.

Ascolta la conversazione in questo episodio del podcast Shutter Stories di Canon:

Una fotocamera Canon EOS R3 posizionata su una superficie in legno con paesaggio boscoso e montuoso sullo sfondo.

Richard utilizza una fotocamera Canon EOS R5, insieme a Canon EOS-1D X Mark III, per molti degli eventi sportivi di cui si occupa, ma ultimamente si è cimentato con la nuova fotocamera Canon EOS R3. "Ha un'ergonomia fantastica e il mirino è assolutamente incredibile", dice. "La cosa davvero impressionante di questa fotocamera sono le opzioni che offre".

I vantaggi del lavorare in un'agenzia

Richard ha lasciato il college nel 1996 e ha lavorato come freelance per circa un anno prima di entrare in Action Images come fotografo dello staff. Nel 2004 ha iniziato a lavorare in Getty Images ed è rimasto lì da allora. "Mi piace il modo in cui lavora l'agenzia", spiega. "Ci sono più opportunità. In generale c'è un solo fotografo sportivo per giornale, invece noi dobbiamo avere circa 25-30 fotografi sportivi nello staff solo nel Regno Unito, più tutti i freelance. Se lavori per un giornale, potresti lavorare durante eventi più importanti, ma i fotografi di agenzia viaggiano molto di più e si occupano di una maggiore varietà di sport".
La maggior parte del lavoro di Richard proviene dai suoi caporedattori che gestiscono la copertura quotidiana e regolare degli eventi editoriali, ma i fotografi di agenzia sono anche lasciati liberi di esporre le proprie idee. "Potrebbe trattarsi di qualcosa di leggermente diverso che siamo interessati a fare o con cui si potrebbe ottenere un bell'insieme di fotografie", dice. "Se è qualcosa per cui vale la pena, allora ci viene data la libertà di inserirlo nella nostra programmazione".

Dice che l'unico vero lato negativo di questo lavoro è dover passare periodi molto lunghi lontano dalla propria famiglia. "Spesso rimango lontano da casa per due o quattro settimane di fila", spiega. "Durante gli eventi più importanti, rimango lontano per sette o otto settimane. Queste comprendono la fase di pianificazione, quando faccio cose come configurare fotocamere remote in luoghi in cui non possiamo mettere un fotografo. Tuttavia, sono molto fortunato perché i caporedattori hanno un'età simile alla mia e hanno una famiglia, quindi sono tutti flessibili. E ora è semplicissimo comunicare in qualsiasi fuso orario in tutto il mondo: si può sempre trovare il tempo per contattare la propria famiglia".
Un tecnico che indossa guanti bianchi sta pulendo il sensore di una fotocamera Canon.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Una fotocamera Canon EOS R5 tenuta da due mani. Lo schermo posteriore mostra l'immagine in controluce di un paesaggio e il sole con la parola "trasferimento".

Canon EOS R5 utilizza una connessione Bluetooth Low Energy sempre attiva per mantenere un collegamento continuo con un dispositivo smart. Supporta anche FTP e FTPS per il trasferimento veloce e sicuro delle immagini ai clienti.

Trasferimento delle immagini rapido ed efficiente

L'agenzia utilizza ciò che Richard descrive come un flusso di lavoro "etichetta e invia", in cui tutti gli eventi di cui si occupa vengono modificati in tempo reale dal team dell'editing. "Durante una partita di calcio, è possibile che io scatti 1000 foto", spiega. "Potrei inviarne circa 150 agli editor in modo che decidano quali vogliono utilizzare, tenere o scartare. Di quelle 150, magari solo 75 raggiungono il sito o vengono pubblicate.

"Quando scatto delle foto, ci aggiungo una didascalia vocale, le etichetto e le invio. Utilizzo la funzione Promemoria vocale della fotocamera per registrare le didascalie del file e poi la funzione Blocco file per "contrassegnare" quel file. Nelle opzioni di trasferimento delle immagini seleziono "File bloccati non trasmessi" e poi li invio alla destinazione FTP desiderata. Questo mi permette di risparmiare del tempo, perché non devo scorrere le immagini sullo schermo LCD fotogramma per fotogramma e inviarle singolarmente.

"Il nostro software di editing viene eseguito su un server cloud e tutti gli editor si collegano ad esso, connessi allo stesso tempo in una chiamata Zoom. Le immagini arrivano agli editor, scelgono quelle che vogliono, fanno alcune modifiche rapide, creano le didascalie e le caricano sul sito. Se ne abbiamo bisogno, possiamo caricare le immagini molto velocemente. Dal momento in cui le invio dalla mia fotocamera al FTP, possono essere inviate ai clienti in meno di 40 secondi".
Le fotocamere del sistema EOS R di Canon sono progettate per rendere la condivisione delle immagini il più semplice e rapido possibile. In qualità di fotografo di agenzia, Richard utilizza frequentemente il trasferimento sicuro dei file di Canon EOS R5. "La possibilità di inviare le immagini direttamente agli editor in tempo reale ci permette di mantenere la nostra velocità di immissione sul mercato estremamente alta", spiega. "Non è fondamentale solo consegnare foto belle ai clienti, ma anche poterlo fare il più velocemente possibile".

Il modello di punta Canon EOS R3 usa una porta LAN cablata e 2.4/5GHz per comunicare con reti informatiche, computer portatili e dispositivi mobili. La fotocamera EOS R3 è anche compatibile con l'app Canon Mobile File Transfer, che consente ai fotografi professionisti di aggiungere metadati alle foto tramite digitazione o assistente vocale. Queste immagini possono essere trasmesse da uno smartphone utilizzando il Wi-Fi o i dati del cellulare.
Uno scatto in bianco e nero di modelle che guardano una sfilata di moda da dietro una tenda nel camerino.

Cinque cose che ho imparato come stagista per Getty Images

La regista e fotografa dello spettacolo Milly Grange-Bennett ha svolto uno stage presso la più grande agenzia fotografica del mondo. In questo articolo, condivide cinque cose che ha imparato.
"In teoria, un trasmettitore file wireless esterno avrebbe un segnale migliore, ma l'antenna interna di Canon EOS R3 sembra funzionare davvero bene", dice Richard. "Inoltre, il Wi-Fi a 5GHz integrato rende tutto più semplice. A volte si fanno grandi salti nella tecnologia delle fotocamere, ma la maggior parte delle volte sono le piccole innovazioni nei nuovi modelli a fare la vera differenza".
Richard Heathcote tiene un monopiede con una fotocamera Canon EOS R5 e teleobiettivo.

Il sistema Canon EOS R ha permesso a Richard di diversificare la sua produzione. "Dato che puoi vedere esattamente cosa stai ottenendo attraverso l'EVF mentre stai scattando, puoi giocare un po' di più con le esposizioni e capire quanto vuoi sovraesporre o sottoesporre per ottenere l'effetto desiderato", dice.

Maggiori opportunità

Richard scatta con Canon EOS R5 sin da quando è stata disponibile. "È una fotocamera fantastica", dice. "Si può usare per alcuni sport e non per altri a causa del rischio di rolling shutter, ma diciamo che si possono scegliere i soggetti. L'ho utilizzata insieme alle mie fotocamere Canon EOS-1D X Mark III, che attualmente sono le mie fotocamere principali".

Il rolling shutter è un fenomeno comune tra le fotocamere che utilizzano un otturatore elettronico. La fotocamera legge i dati riga per riga lungo il sensore di immagine e, nel tempo necessario per fare ciò, gli oggetti che si muovono molto velocemente potrebbero aver cambiato posizione. Come risultato, oggetti come le mazze da golf in movimento possono risultare allungati e deformati. Per evitare questo, molti fotografi preferiscono usare un otturatore meccanico (che di solito ha un frame rate leggermente ridotto), ma il sensore ad alta velocità di Canon EOS R3 riduce al minimo la distorsione da rolling shutter, come ha scoperto il fotografo di corse automobilistiche Vladimir Rys durante un servizio fotografico di auto da rally elettriche.

"Posso sicuramente dire che il sistema Canon EOS R ha diversificato la mia produzione", continua Richard. "L'otturatore silenzioso e i frame rate migliorati permettono di fare cose che prima non era possibile fare. Ad esempio, durante gli eventi senza spettatori a causa del Covid-19, chiunque poteva sentire una fotocamera EOS-1D X Mark III scattare a 16 fps. Se invece si scatta con una fotocamera del sistema EOS R, nessuno la sente. Gli atleti non verranno distratti e puoi scattare foto per le quali in passato avresti pensato a lungo prima di scattare".
Canon EOS R5 tenuta da due mani. Lo schermo posteriore mostra l'immagine in controluce di un paesaggio e il sole con le parole "registrazione promemoria".

Un'ulteriore caratteristica chiave di Canon EOS R5 per Richard è la funzione Promemoria vocale. "Dobbiamo assicurarci che i clienti abbiano tutte le informazioni su un'immagine: da chi proviene, dove si trova e cosa sta succedendo nella foto", dice. "La funzione Promemoria vocale è il modo più sicuro per assicurarci che queste informazioni arrivino ai nostri editor, in modo che possano inserirle nelle didascalie".

Richard Heathcote tiene una fotocamera Canon EOS R5 all'altezza del gomito e guarda il suo schermo orientabile.

"Lo schermo orientabile della fotocamera EOS R5 è molto utile quando bisogna scattare da un'angolazione bassa o da sopra le teste di altri e si tiene alta la fotocamera", dice Richard. "È anche molto utile quando bisogna essere un po' più discreti e non si vuole attirare l'attenzione su se stessi guardando nel mirino".

I vantaggi di EOS R3

La fotocamera Canon EOS R3 è stata progettata per soddisfare le esigenze dei fotografi sportivi e giornalistici e Richard è colpito da ciò che ha visto finora. "È leggermente più piccola di EOS-1D X Mark III e, sebbene sia anche più leggera, sembra uno strumento familiare e comodo da tenere in mano, il che significa che ci si adatta velocemente al suo utilizzo", spiega. "L'ultima cosa che vuoi fare è lavorare con qualcosa di completamente diverso, perché potresti pensare di più a ciò che fai con la fotocamera che al soggetto che hai davanti.

"L'EVF sulla fotocamera EOS R3 è assolutamente fantastico e il migliore che io abbia mai visto in qualsiasi fotocamera mirrorless. Dispone del sistema Eye Control AF integrato e forse questo è uno dei motivi per cui il mirino è così grande, ma di conseguenza lo rende davvero piacevole da usare. Anche il frame rate a 30 fps è ottimo: se sto scattando una sequenza di swing nel golf o nel tennis, ad esempio, avrò semplicemente più fotogrammi tra cui scegliere".

Di recente, Richard ha utilizzato EOS R3 per la prima volta in un torneo importante di golf e dice: "È diventata una versione mirrorless affidabile di EOS-1D X Mark III". Ha scoperto che il flusso di lavoro con le due fotocamere è quasi identico, ma le funzioni della fotocamera R3, tra cui la funzione di scatto silenzioso, l'EVF e le alte prestazioni ISO, hanno portato nuovi vantaggi che l'hanno aiutato nel suo lavoro.

"Potevo scattare quando volevo, senza temere di disturbare i giocatori, e potevo lasciar fare il loro lavoro ai punti AF e tenere traccia dei volti/occhi, il che mi permetteva di concentrarmi su dove il soggetto si trovava nel frame e se faceva movimenti improvvisi", continua. "Potevo anche assicurarmi che l'esposizione fosse perfetta, in particolare con le sagome, e grazie alle velocità dell'otturatore estremamente elevate potevo mantenere una velocità di campo minore per far risaltare il soggetto".
Un primo piano di Canon EOS R3.

Ultra reattiva, ad elevata sensibilità ed estremamente affidabile, la fotocamera Canon EOS R3 è progettata per catturare le azioni più rapide, rendendola una scelta ideale per i fotografi sportivi che cercano di immortalare i momenti migliori del gioco. "È la combinazione di EOS-1D X Mark III e EOS R5, che è ciò di cui abbiamo bisogno per il nostro lavoro", dice Richard.

Richard crede che inizierà di sicuro a usare Canon EOS R3 regolarmente, ma si aspetta che questa transizione avverrà in modo graduale. "Se sono a una partita di calcio, ad esempio, so che devo fotografare il gol e i festeggiamenti", spiega. "Devi fidarti implicitamente della tua attrezzatura e l'unico modo per farlo è utilizzarla e capire come questa può aiutarti a creare cose in modo più facile, più veloce e migliore.

"Le fotocamere Canon più recenti sono fantastiche e i miglioramenti nell'AF, la qualità delle immagini e degli obiettivi sono straordinari. Credo che nei prossimi mesi, i fotografi inizieranno gradualmente a usare EOS R3 e obiettivo RF. Nel mio lavoro, cerco sempre di trovare qualcosa di un po' diverso. Certo, ci sono sempre delle angolazioni tradizionali da rispettare, ma è anche importante trovare qualcosa di nuovo. EOS R3 mi aiuterà a farlo".

Scritto da David Clark


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro