Profilo

Joel Santos

A Kazakh man holding an eagle in front of a mountain landscape. Photo by Joel Santos on a Canon EOS 5DS R.
Un cacciatore di aquile kazako circondato dalla catena innevata degli Altai, Mongolia Occidentale. Scatto realizzato con fotocamera Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 1/200 sec, F3.5 e ISO800. © Joel Santos

Joel Santos è un fotografo di viaggi portoghese che possiede un vero talento per immortalare immagini straordinarie e indimenticabili. Inoltre, la sua natura avventurosa lo spinge ad abbracciare con entusiasmo le nuove tecnologie.

Le immagini di Joel ci portano nelle aree più remote del mondo e ci invitano a riflettere sulle persone che ci vivono. Dalle meravigliose foto delle carovane di cammelli in Etiopia, ai pescatori con i cormorani in Cina, fino ai cacciatori con le aquile in Mongolia, i suoi scatti offrono uno scorcio affascinante sulla vita degli indigeni nel loro ambiente nativo. Joel ha un istinto naturale per tutto quello che è selvaggio e remoto. Le sue fotografie seguono la tradizione dei grandi scrittori e artisti di viaggio: aprire nuove finestre sul mondo e, allo stesso tempo, ricordarci da dove veniamo e chiederci dove siamo diretti.

Canon Ambassador Joel Santos.


Luogo: Portogallo
Aree di specializzazione: viaggio, paesaggistica, ritrattistica, video
Kit preferito:
Canon EOS R
Canon RF 28-70mm F2L USM

"All'inizio, la mia attività di fotografo si alternava tra due generi: paesaggistica e ritratto", inizia Joel. "Richiedono tecniche e approcci molto diversi, e sono pochi quelli che si specializzano in entrambi i campi. Alla fine li ho uniti: scatto ancora foto di paesaggi, ma ora includo anche le persone che ci vivono.

"Quando mi mandano in posti come la Mongolia, l'Indonesia, il Ghana e altri paesi lontani, non cerco solamente di raccontare le storie dei popoli, ma anche di catturare il luogo e il contesto, cosa che richiede un impegno superiore. Ad esempio, in Ghana ci ho messo tre giorni solo per farmi accettare dai pescatori locali del lago sacro. Dopo che sono passato da straniero ad amico, ho ottenuti risultati più autentici e, spero, più interessanti visivamente".

Nato a Lisbona, Joel era un docente di successo, con una laurea ad honorem in Economia e un master in Economia e Gestione di Scienze e Tecnologie, ma negli ultimi 15 anni ha seguito la sua vera passione: la fotografia. I risultati del suo impegno sono molto richiesti: ha lavorato con Microsoft, IKEA, National Geographic, GEO, ABC Studios e molti altri. Le sue opere vengono esposte in tutto il mondo, guida spedizioni di fotografia in luoghi come l'Artico e ha scritto nove libri. Ha anche ricevuto diversi premi nazionali e internazionali importanti per il suo lavoro, tra cui il Travel Photographer of the Year (2016).

Old fishermen on rafts with lanterns and cormorants, on a lake in China. Photo by Joel Santos on a Canon EOS 5D Mark IV.
I fratelli Huang Yue Ming (90) e Huang Yue Chang (92) sono tra gli ultimi veri pescatori che usano cormorani nella provincia di Guangxi, nella Repubblica Popolare Cinese. Scatto realizzato con fotocamera Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 16-35mm F2.8L III USM a 1/80 sec, F3.5 e ISO1000. © Joel Santos

Joel spiega che la sua fotografia "parla di emozioni, passione e storie positive. Ma, da ex economista, tendo a utilizzare la matematica come struttura per guidare il mio modo di raccontare con la luce. Vedo la bellezza in questi elementi matematici e cerco di usarli quando creo un immagine. Credo che la mia fotografia sia così, come sono io".

Joel è anche all'avanguardia nelle nuove tecniche. Infatti è uno dei fotografi che negli ultimi anni ha sperimentato l'uso dei droni per creare video e immagini incredibili, oltre che per presentare i documentari brevi in una nuova prospettiva ancora più interessante per gli spettatori. Nel 2016 la sua documentazione aerea dei minatori di sale nella Depressione Danakil e del lago di lava Erta Ale in Etiopia ha vinto il premio Travel Photographer of the Year.

"Sono onorato di essere il primo fotografo a vincere questo premio con un portafoglio aereo", afferma con entusiasmo. "La fotografia e la produzione cinematografica aerea forniscono una prospettiva nuova e complementare, che arricchisce la storia visiva e permette di documentare qualcosa con livelli di profondità e diversità completamente nuovi. A volte mi sento un giocoliere, perché devo essere un pilota e un fotografo nello stesso tempo, ma mi piace. Non poter utilizzare un drone professionalmente sarebbe come non poter utilizzare una fotocamera a terra. Sono entrambi complementari e indispensabili, e sono divenuti una parte fondamentale della mia carriera". Ad oggi, le immagini aeree di Joel sono apparse in moltissimi media globali, tra cui The Guardian, The Daily Mail, The Sun, The Weather Channel e MSN.

Qual è il segreto per fotografare una persona che hai appena incontrato per la prima volta?
"Rispetta sempre i luoghi e le persone. Usa la fotografia come lingua universale per avvicinarti alle persone ed evita l'istinto di diventare un cacciatore che li vede come prede. Più mostrerai rispetto, migliori saranno i risultati, le opportunità e la crescita personale che otterrai".

Fai qualcosa di diverso rispetto agli altri fotografi che lavorano in questi luoghi remoti?
"Mi piace stampare le foto e distribuirle alle persone del posto. Mi sembra giusto restituire qualcosa ogni volta che posso".

Hai un kit preferito per i tuoi scatti?
"Ogni volta che esco, reagisco e imparo qualcosa di nuovo, mi adatto e cambio i miei metodi. È un processo dinamico e ogni situazione richiede una tecnica diversa. Prima bisogna trovare un soggetto, la luce e la storia. Solo dopo averli trovati arriva la tecnica che garantisce i risultati migliori".

Come fai a decidere dove andare e cosa o chi fotografare?
"Per prima cosa, decido che cosa mi appassiona. Poi faccio del mio meglio per informarmi, non solo nel mio ufficio prima di partire, ma soprattutto mentre viaggio. Lascio i miei sensi aperti a tutto quello che vedo o che sento".

La fotografia aerea è difficile?
"I produttori di droni dicono che 'è facile'. Non crederci. Volare è più facile che mai, ma funzionano solo in circostanze ottimali. Vola in sicurezza, fai moltissima pratica e impara tutto quello che puoi sul pilotaggio e la manutenzione di un drone. Presto comincerai a informarti sui venti, sulla navigazione, sui limiti operativi delle batterie nei climi caldi e freddi e così via, e imparerai a reagire più rapidamente".

Facebook: Joel Santos
Instagram: @joelsantosphoto
Twitter: @joelsantosphoto
'Youtube: Joel Santos

A person stands on a cliff overlooking a volcanic crater on the island of Corvo, Portugal. Photo by Joel Santos on a Canon EOS R.
L'isola vulcanica di Corvo, Portogallo. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon RF 28-70mm F2L USM a 1/320 sec, F11 e ISO100. © Joel Santos
A portrait of an Indian sadhu (holy man). Photo by Joel Santos on a Canon EOS 7D.
Un sadhu (uomo di fede) in Varanasi, India. Scatto realizzato con fotocamera Canon EOS 7D e obiettivo Canon EF 70-200mm F4L IS USM a 1/400 sec, F5.0 e ISO800. © Joel Santos

Cosa ho imparato
Joel Santos

"Non perdere mai di vista la tua vera passione. Riuscirai a fare sempre meglio quello che ami davvero, che senti veramente nel tuo cuore. L'ambizione di essere pagato per il tuo lavoro e diventare un professionista potrebbe confonderti e diminuire le probabilità di creare lavori originali, in un mondo in cui tante persone fanno la stessa cosa. Quindi, perfeziona le tue capacità e osserva il lavoro degli altri, non per imitare, ma per capire quello che è già stato fatto. Trova una storia originale e una prospettiva e lasciati guidare dalla passione, cerca di imparare sempre più e di migliorare a ogni foto che scatti".

Il kit di Joel

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Canon Ambassador Joel Santos's photography kitbag.

Fotocamere

Canon EOS R

"È un sogno che si avvera: leggera e funzionale, mi permette di eseguire scatti, video e time-lapse con gli standard più elevati".

Obiettivi

Canon RF 28-70mm F2L USM

"Il mio obiettivo preferito in assoluto. Eccellente per ritratti, vita quotidiana e paesaggi, a prescindere dall'illuminazione. Incredibilmente nitido a qualsiasi apertura, da un angolo all'altro".

Canon RF 50mm F1.2L USM

"Quando gli altri obiettivi hanno problemi, questo li risolve. L'AF funziona alla perfezione in condizioni di buio totale e offre la sfocatura dello sfondo migliore che abbia mai visto".

Accessori

Disco rigido esterno

"La legge di Murphy non sbaglia mai, quindi quando sei sul campo ti serve un backup. Non c'è bisogno di un portatile, e questo permette di limitare peso e ingombro, una cosa importantissima per un fotografo di viaggio".

Comando Remoto

"Avere tre corpi nello stesso momento, per fotografie, video e time-lapse, aumenta il bisogno di scattare da lontano, a volte a più di 100 metri di distanza".

Articoli correlati

Visualizza tutto

Canon Italia
Programma Ambassador

Scopri come funziona il programma Ambassador e leggi le storie degli straordinari fotografi scelti per rappresentare Canon.

Ulteriori informazioni

Canon Ambassador Jaime de Diego

Canon Professional Services

I membri possono accedere al supporto prioritario CPS, sia localmente che durante i maggiori eventi, a un servizio di riparazione rapida prioritaria e, a seconda del livello di iscrizione, possono aver diritto gratuitamente a prestiti di equipaggiamento di scorta oltre che alla spedizione di restituzione e sconti dopo gli interventi di manutenzione. Possono inoltre usufruire di offerte esclusive riservate agli iscritti.

Entra

Per saperne di più

Canon Professional Services