ARTICOLO

10 cose che non sapevi di poter fare con Canon EOS 5D Mark IV

A rock climber scaling the side of an active volcano, with the red glow of the caldera behind.
Per fotografare la prima scalata in assoluto all'interno di un vulcano attivo, la fotografa d'avventura Ulla Lohmann aveva bisogno di una fotocamera resistente e affidabile. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 11-24mm F4L USM a 16mm, 30 sec, F5 e ISO 800. © Ulla Lohmann

La fotocamera EOS 5D Mark IV di Canon è stata inclusa come elemento principale nei kit di molti fotografi da quando è stata introdotta sul mercato nel 2016. Perfetta per ogni situazione, questa reflex digitale full frame offre funzionalità per tutti: dai fotografi d'azione che cercano una fotocamera resistente con prestazioni e qualità superiori ai videomaker che cercano funzioni professionali come la registrazione interna in 4K e la rinomata tecnologia Dual Pixel CMOS AF di Canon. Ora che la scelta sul mercato è più ampia che mai, è un buon momento per scoprire funzioni meno note che rendono questa fotocamera tanto speciale.

Con l'aiuto dei Canon Ambassador Jaime de Diego, Guia Besana, Christian Anderl e Ulla Lohmann e del Professional Imaging Product Specialist di Canon Europe Mike Burnhill, in questo articolo approfondiamo le specifiche di EOS 5D Mark IV per scoprire perché è ancora da considerare un'eccellente scelta per foto e video professionali.

Leggi le migliori 10 funzioni che hanno indicato o passa direttamente a una di queste sezioni:

1. Scatto continuo per immortalare l'azione

Canon EOS 5D Mark IV è in grado di acquisire immagini da 30.4 MP, ma l'elevato numero di pixel non è tutto: la fotocamera può anche riprendere a 7 fps con Tracking AF/AE completo per un massimo di 21 file RAW consecutivi o un numero illimitato di file JPEG. Questa caratteristica la rende perfetta per i fotografi che vogliono immortalare azioni a svolgimento rapido come quelle degli sport o della natura.

Secondo il fotografo sportivo e commerciale Jaime de Diego, questa funzione è utile per tutti i diversi tipi di lavori che svolge. "Sette fotogrammi al secondo sono sufficienti per realizzare lavori di lifestyle, pubblicità o per i social media", commenta. "La cosa che ritengo più importante è poter scattare molte foto nella stessa sequenza, se ne ho la necessità".

Two scientists silhouetted on the lip of a lava lake inside a volcano.
Ulla porta ovunque con sé la sua fotocamera Canon EOS 5D Mark IV, anche quando ha fotografato questi scienziati che prendevano misurazioni dall'interno del vulcano attivo Yasur sull'Isola di Tanna a Vanuatu. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 11-24mm F4L USM a 20mm, 20 sec, F7.1 e ISO 800. © Ulla Lohmann

2. Scatto in condizioni di scarsa illuminazione

Canon EOS 5D Mark IV offre una messa a fuoco automatica veloce e uniforme anche in condizioni di scarsa illuminazione, fino a -3EV dal mirino o -4EV scattando in modalità Live View con l'acclamata tecnologia Dual Pixel CMOS AF di Canon.

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Secondo la fotografa ritrattista e di moda Guia Besana, questa funzione è utile sia per lavorare all'esterno sia in studio. "Negli allestimenti in studio mi piace costruire la luce da zero usando sorgenti di luce continue", spiega. "Per questo ho bisogno che la fotocamera sia in grado di mettere a fuoco anche in condizioni di quasi oscurità e di registrare in modo uniforme e nella miglior qualità possibile, fino a quando non riesco a perfezionare la scena per ottenere l'illuminazione desiderata".

Non si tratta semplicemente di mettere a fuoco al buio: la fotocamera deve essere anche in grado di correggere le esposizioni in condizioni di scarsa illuminazione. È qui che entra in gioco la capacità ISO di Canon EOS 5D Mark IV, che raggiunge il valore di ISO 32.000 a livello nativo e può essere estesa fino a ISO 102.400.

La fotografa di viaggio e avventura Ulla Lohmann trova questa caratteristica di estremo valore. "In genere imposto dei valori ISO molto elevati di notte", spiega, "quindi non devo aspettare 30 secondi o un minuto per verificare se la composizione è buona. In realtà mi è addirittura capitato di includere una delle mie immagini di prova nella selezione finale dei lavori da presentare a una rivista di stampa, e indovina un po'? È stata stampata. Il disturbo era a malapena percepibile, quindi poteva essere usata per la stampa".

3. Messa a fuoco sempre precisa

Il sistema intelligente Dual Pixel CMOS AF di Canon EOS 5D Mark IV offre funzioni di Rilevamento viso e inseguimento AF, oltre alle funzioni FlexiZone per mantenere i soggetti sempre nitidi. Per i videomaker offre inoltre transizioni fluide e precise della messa a fuoco con qualsiasi risoluzione, da 4K a Full HD: tocca semplicemente sul display LCD il punto in cui desideri mettere a fuoco e lascia fare il resto alla fotocamera.

Per i fotografi sportivi e naturalisti che utilizzano moltiplicatori di focale montati su lunghi teleobiettivi, i 61 punti AF, 21 dei quali di tipo a croce e tutti selezionabili a F8, aiutano a garantire una messa a fuoco precisa.

La tecnologia Dual Pixel CMOS di Canon ha un altro asso nella manica. Il salvataggio delle immagini nel formato Dual Pixel RAW (DPRAW) aggiunge la possibilità di modificare il punto ottimale di nitidezza, spostandolo avanti o indietro secondo quanto richiesto in post-produzione usando il software Digital Photo Professional (DPP) di Canon. DPP è in grado di leggere i dati della mappa di profondità contenuta nel file DPRAW e di utilizzarli per applicare microregolazioni nei punti dell'immagine di massima nitidezza, oltre a modificare l'applicazione dell'effetto bokeh e a ridurre l'effetto ghosting. "Questa è una delle migliori funzioni che ho visto in molti anni", commenta Christian Anderl, specializzato in ritratti. "Nella fotografia ritrattistica posso riportare infiniti esempi di volte in cui mi è capitato di non riuscire a carpire "quell'occhio" al 100%, rilevando una leggera deviazione della messa a fuoco in primo o in secondo piano. Trovo comunque fantastica la possibilità di correggere questo problema in post-produzione".

Non è tutto. Usando il plug-in Professional Print & Layout (PPL), sviluppato per la serie Canon imagePROGRAF PRO, è possibile aumentare selettivamente la nitidezza delle aree a fuoco quando si stampano le immagini DPRAW scattate con Canon EOS 5D Mark IV, producendo stampe da esposizione con profondità e ricchezza di toni superiori rispetto ai risultati ottenibili con software che aumentano la nitidezza dell'intera immagine.

A man in a white shirt and dark trousers with suspenders strides through an abandoned warehouse holding a motorbike hemet. His bike can be seen in the background.
Jaime ha realizzato questo ritratto d'atmosfera in controluce. Secondo la sua esperienza, Canon EOS 5D Mark IV era l'unico strumento che potesse garantire la riuscita del lavoro. Scatto realizzato con obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L USM (ora sostituito dal modello successivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM) a 24mm, 1/1000 sec, F3.2 e ISO 1000. © Jaime de Diego
Two older Chinese fishermen at night on the lake.

Immortalare una tradizione che sta per scomparire con Canon EOS 5D Mark IV

Joel Santos fotografa gli ultimi pescatori della tradizionale pesca cinese con i cormorani in difficili condizioni di illuminazione.

4. Menu personalizzati per l'accesso rapido

In Canon EOS 5D Mark IV è possibile creare un set personalizzato di menu: si tratta di una notizia fantastica sia per chi scatta da solo sia se si è parte di un team più grande, che si realizzino foto o video. Il Product Specialist di Canon Europe Mike Burnhill sottolinea i vantaggi di questa caratteristica a volte trascurata.

"Negli studi fotografici a volte si desidera bloccare la fotocamera in modo che possano essere modificate solo determinate impostazioni, come l'ora e la data", spiega. "Quest'accortezza protegge da errori accidentali quando si passa il dispositivo agli altri membri di un team. Anche lavorando in solitaria, il menu potrebbe essere impostato in base ai diversi tipi di progetti che si seguono: ad esempio, un menu per i paesaggi, uno per i ritratti e uno per la street photography. In alternativa è possibile ricorrere alla funzione per raggruppare in un unico posto tutte le voci di menu usate più di frequente per un accesso più rapido". Il sistema di menu personalizzabile è quindi ideale sia per bloccare determinate impostazioni sia semplicemente per ridistribuirle, rendendo più facile l'accesso e velocizzando il flusso di lavoro.

5. Personalizzazione del menu Quick Control sullo schermo LCD

Quando i fotografi professionisti usano Canon EOS 5D Mark IV pretendono affidabilità e rapidità di funzionamento. È per questo che il menu Quick Control sullo schermo LCD è completamente personalizzabile.

Premi il pulsante Q per accedere alle impostazioni di scatto di base come l'apertura e le informazioni sul punto AF. Queste impostazioni possono essere sostituite con altre, riposizionate e ridimensionate per adattarsi alle esigenze del fotografo. Jaime, ad esempio, aggiunge l'opzione Wi-Fi. "Lavoro sempre con il Wi-Fi attivo", afferma. "È una funzione molto importante per me, che uso per mostrare le immagini ai clienti in tempo reale o se devo scattare da una certa distanza e desidero rimuovere le vibrazioni".

A portrait of Spanish Chef Ferran Adrià dressed in black and standing against a white wall.
Guia ha incluso questo ritratto d'impatto in un progetto con lo chef spagnolo Ferran Adrià. Nonostante il marcato contrasto di luci e ombre, la fotocamera è riuscita a catturare un ottimo livello di dettaglio su tutta la gamma tonale. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon TS-E 50mm F2.8L Macro a 1/160 sec, F6.3 e ISO 400. © Guia Besana
A man works out in an abandoned building, lunging with an ankle strap on one foot. Weights and other equipment are behind.
Il ritratto di Jaime durante un allenamento ritrae una scena a contrasto elevato che richiedeva una fotocamera con messa a fuoco, gamma dinamica e risoluzione eccezionali. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 61 mm, 1/200 sec, F7.1 e ISO 250. © Jaime de Diego

6. Assegnazione di funzioni utili al pulsante AF-ON

Per impostazione predefinita il pulsante AF-ON controlla la messa a fuoco automatica, ma può essere assegnato a preset di altre funzioni di scatto tra cui velocità otturatore, apertura, sensibilità ISO, modalità Misurazione e selezione area AF. Si tratta di una funzione utile per i fotografi che utilizzano il pulsante di scatto dell'otturatore per raggiungere la messa a fuoco, dato che libera il pulsante AF-ON per accedere alle impostazioni preferite e velocizzare lo scatto.

7. Registrazione di promemoria vocali di accompagnamento alle foto

Con un aggiornamento del firmware, Canon EOS 5D Mark IV è in grado di registrare promemoria vocali da aggiungere alle foto.

"È una funzione utile per chiunque lavori durante gli eventi e abbia bisogno di appuntare qualcosa da riconsultare dopo", spiega Mike. "Un fotografo specializzato in matrimoni potrebbe registrare i nomi dei membri della famiglia, ad esempio, mentre un fotoreporter potrebbe usare la funzione per identificare personaggi politici non immediatamente riconoscibili. Se registri un promemoria vocale per ricordarti di chi si tratta, l'applicazione di tag metadati sarà molto più facile". Aggiungere un tag vocale aiuta anche a catalogare e indicizzare i file delle immagini nel sistema di archiviazione.

8. Canon Log per un migliore flusso di lavoro con le riprese video

I promemoria vocali sono perfetti per i fotografi, ma i videomaker troveranno un aggiornamento* alternativo perfino più utile. Tenendo a mente che Canon EOS 5D Mark IV non solo ha spianato la strada a un approccio ibrido ma offre anche possibilità di registrazione video 4K a 30 fps in 4:2:2 (8 bit), si tratta di un punto di riferimento per videomaker e fotografi "ibridi". L'aggiornamento opzionale Canon Log consente di migliorare l'integrazione della fotocamera in un flusso di lavoro video professionale.

Canon Log applica una curva di tonalità basata su un logaritmo per produrre filmati con un'ampia gamma dinamica e una latitudine di esposizione estesa in grado di semplificare la fase di grading del colore. Concepita per videomaker professionisti, offre un modo più semplice per effettuare il grading del colore e unire in tutta semplicità filmati registrati con diversi dispositivi tra cui le videocamere Canon EOS cinema, restituendo una più ampia gamma dinamica di 12 stop a ISO 400.

"Quando voglio la miglior qualità possibile dai miei filmati in post-produzione, uso sempre Canon Log", racconta Christian.

Secondo l'esperienza di Ulla, i clienti spesso si aspettano di ricevere filmati con Canon Log. "In genere le aziende richiedono impostazioni molto specifiche e spesso è richiesto l'uso di Canon Log", spiega. "Lo trovo utile quando lavoro su incarico a diversi film professionali, perché è quello che chiedono. Per il mio lavoro personale trovo utile avere tutte le opzioni a disposizione per dopo".

A group on a beach seen from a distance, with one filming with a camera in a gimbal while two others hold a large reflector.
Christian Anderl ha girato un video promo musicale sul posto con una fotocamera Canon EOS 5D Mark IV montata su un gimbal completo professionale. Guarda il filmato sulla pagina del prodotto EOS 5D Mark IV.
Cinematographer Christian Anderl in the rear seat of a motor car, filming with a Canon EOS 5D Mark IV.
Canon EOS 5D Mark IV è utile anche in situazioni in cui non è possibile usare una videocamera cinematografica di grandi dimensioni. Il supporto per una vasta gamma di formati e funzioni consente di inserire perfettamente i filmati in un flusso di lavoro cinematografico professionale.

9. Mantenimento della messa a fuoco con il sensore con orientamento AF

Il sensore con orientamento AF è perfetto per chi necessita di ricomporre e mantenere la messa a fuoco in modo rapido. È possibile preimpostare la modalità AF e il punto AF preferiti per diversi orientamenti della fotocamera per far sì che questa passi automaticamente al preset appropriato quando viene girata. Questo vuol dire che, ad esempio, se si fotografa uno sport ad alta velocità e si imposta il punto AF in alto a sinistra tenendo la fotocamera in orizzontale, ruotandola di 90 gradi in senso antiorario in genere questo punto AF passa in basso a sinistra, che con poche probabilità corrisponde a dove si trova il viso dell'atleta. Con la funzionalità del punto AF di orientamento, Canon EOS 5D Mark IV riesce a passare automaticamente a un diverso punto AF preimpostato quando si ruota la fotocamera, in questo caso in alto a destra. Questo vuol dire che non è necessario modificare manualmente il punto AF rischiando così di perdere l'azione. Si tratta di una funzionalità che contraddistingue Canon EOS 5D Mark IV dai dispositivi precedenti.

Mike spiega: "In precedenza bisognava spostare il punto AF nell'inquadratura o lasciarlo al centro per applicare la messa a fuoco e quindi ricomporre l'immagine. Il problema posto da questo metodo è il fatto che il soggetto non si trova alla stessa distanza dall'obiettivo, quindi l'immagine risulta sempre leggermente fuori fuoco. Giocando con una ridotta profondità di campo, magari scattando con un teleobiettivo o con un obiettivo ad apertura rapida, queste differenze di messa a fuoco diventano molto più marcate. È per questo che il sensore con orientamento AF mantiene la messa a fuoco in modo più rapido e preciso".

10. Acquisizione di colori realistici con le modalità di bilanciamento del bianco automatico

Sebbene la funzione di bilanciamento del bianco automatico di una fotocamera riesca in modo ottimale ad analizzare la scena e a correggere le tonalità di colore per una resa accurata, a volte i fotografi desiderano conservare i toni naturali dell'ambiente per mantenere l'autenticità delle immagini. Può trattarsi del riflesso arancione dell'illuminazione stradale o del blu profondo di un punto in ombra. È questo il motivo per cui Canon EOS 5D Mark IV offre due modalità di bilanciamento del bianco automatico: priorità ambiente e priorità bianco.

Mike afferma: "Se sei un fotografo di viaggio, il bilanciamento del bianco automatico con priorità ambiente potrebbe essere massimamente utile per mantenere l'atmosfera di un luogo particolare. Altri produttori di fotocamere scelgono di offrire una modalità di bilanciamento del bianco piuttosto che un'altra, mentre Canon sa che i suoi utilizzatori possono aver bisogno di avere a disposizione entrambe le opzioni".

Scritto da Jason Parnell-Brooks


*Gli aggiornamenti delle funzioni Canon Log e Voice Tag sono reciprocamente esclusivi, ovvero la fotocamera non può funzionare con entrambi gli aggiornamenti contemporaneamente. Se in precedenza hai acquistato un aggiornamento Voice Tag e poi hai scelto di acquistare un aggiornamento Canon Log, perderai la funzionalità Voice Tag (e viceversa).

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora