FUNZIONI DELLA FOTOCAMERA

Ergonomia e personalizzazione nel sistema EOS R

L'innesto Canon RF ha portato a una rivoluzione del design dell'obiettivo, consentendo di far evolvere l'ergonomia delle fotocamere EOS.

Pur offrendo tecnologie di prossima generazione, le fotocamere del sistema Canon EOS R si rifanno al tradizionale design di Canon, con menu intuitivi ed ergonomie classiche che sono stati ridefiniti nel corso degli ultimi 35 anni. Sono fotocamere moderne pensate per adattarsi alle modalità di lavoro moderne e che incorporano diverse innovazioni, come il sistema Eye Control AF del modello EOS R3, che consente di portare il controllo della fotocamera a un altro livello, il tutto all'interno di un dispositivo pratico e comodo da tenere in mano. Funzionano come te lo aspetti e rendono le nuove funzioni facilmente accessibili, offrendo inoltre una gamma di opzioni di personalizzazione dei controlli e dei menu mai vista prima, in grado di adattarsi alle tue preferenze per permetterti di scattare in tempi brevi e senza interrompere il flusso creativo.

"Quando abbiamo progettato le nuove fotocamere EOS, abbiamo dovuto tenere in considerazione il fatto che gli utenti si sono ormai abituati al funzionamento del sistema", spiega John Maurice, European Product Marketing Manager a Canon Europe. "I cambiamenti devo quindi essere introdotti sotto forma di evoluzione. Alcuni cambiamenti sono quasi impercettibili, ma stiamo migliorando qualcosa che già funziona bene".

Scopriamo insieme come le fotocamere del sistema EOS R combinano familiarità e innovazione, con particolare enfasi sull'ergonomia e la praticità, e come si possono personalizzare i controlli e i menu affinché si adattino al tuo modo di lavorare.

Il telaio metallico di una fotocamera Canon EOS R3 poggia su un foglio in cui sono raffigurati bozzetti di design, con accanto due matite.

Nel design e nella costruzione delle innovative fotocamere del sistema Canon EOS R e degli obiettivi RF, viene data la priorità a praticità ed ergonomia.

Una mano regge una fotocamera Canon EOS R5.

Ogni aspetto del design di una nuova fotocamera, dalla forma dell'impugnatura al posizionamento dei controlli, è soggetto a lunghe procedure di collaudo e valutazione da parte degli utenti.

L'ergonomia delle fotocamere EOS

Canon è stata la prima ad offrire molte delle caratteristiche e dei controlli delle fotocamere diventati poi standard nel settore, tra cui le ghiere di controllo e i joystick multicontrollo. Lo sviluppo del sistema EOS R ha costituito un'opportunità di portare l'interfaccia di controllo a un livello superiore.

Uno degli obiettivi dell'equipe di design era quello di creare un'esperienza di scatto più immersiva, per permetterti di lavorare senza staccare l'occhio dal mirino. Di conseguenza, il posizionamento dei controlli è stato studiato attentamente per far sì che si trovino sempre a portata di mano e che siano identificabili al tatto. Le forme dei corpi delle fotocamere in generale, e più in particolare le loro impugnature, sono progettate per raggiungere l'equilibrio perfetto tra presa sicura e facilità di movimento delle dita. Canon ha costruito un database di forme e dimensioni delle mani di persone provenienti da tutto il mondo per far sì che l'ergonomia del sistema EOS R si adattasse a un pubblico internazionale, e tutti i design sono stati convertiti in prototipi rigorosamente testati per confermarne l'usabilità.

Una caratteristica centrale di questo nuovo modo di lavorare è il mirino elettronico. Luminoso e nitido, con tassi di aggiornamento fino a 120 fps e ritardo minimo, l'EVF delle fotocamere del sistema EOS R è in grado di visualizzare un'immagine che è più vicina che mai al risultato finale di una foto o di un video. Usufruire della Live View proveniente dal sensore significa che l'immagine nel mirino può mostrare non solo l'effetto dei cambiamenti dell'esposizione e di altre impostazioni, ma anche dei parametri di elaborazione dell'immagine come il bilanciamento del bianco e lo Stile Foto. Come mai prima d'ora, sarai in grado di vedere in anticipo l'effetto finale.

Durante lo scatto, la schermata non si oscura quando si attiva l'otturatore, come avviene invece con una fotocamera reflex digitale, per cui puoi rimanere sempre in contatto con la scena. La possibilità di rivedere le immagini nel mirino è un altro vantaggio delle fotocamere mirrorless, soprattutto in condizioni di forte luminosità in cui può essere difficile distinguere i dettagli e i colori su uno schermo posteriore.

Una persona regge una fotocamera Canon in una mano e un obiettivo RF nell'altra, come se stesse per montarlo sulla fotocamera.

"L'innesto RF ci ha permesso di creare obiettivi diversi rispetto a quelli EF" , spiega John Maurice di Canon Europe. "Possono essere più piccoli e leggeri, ma offrire maggiore qualità e funzionalità".

Una fotocamera Canon con lo schermo touch orientabile aperto sul lato e inclinato, che mostra una scena di spiaggia.

Molti modelli della linea di fotocamere Canon, inclusa tutta la gamma di fotocamere EOS R, sono dotati di uno schermo touch orientabile, che consente una vista e un controllo più pratici quando si scatta da angolazioni creative.

Il design delle fotocamere Canon

La tecnologia mirrorless consente alle fotocamere del sistema EOS R di essere più compatte e leggere rispetto a quelle reflex digitali, ma non era questo l'obiettivo primario di Canon. Così come non lo era eliminare il meccanismo a specchio delle reflex di per sé.

"Non ci eravamo prefissati di creare una fotocamera piccola e leggera", afferma Manabu Kato, ingegnere di Canon e Deputy Senior General Manager dell'ICB Optical Products Development Centre a Canon Inc. "Stavamo puntando a realizzare l'obiettivo ideale. Questo nuovo innesto [RF] e la struttura mirrorless full frame da 35 mm erano la soluzione migliore per raggiungere i nostri ideali".

Grazie al design rivoluzionario dell'innesto RF e alle nuove tecnologie incorporate negli obiettivi e nelle fotocamere, il sistema EOS R offre design innovativi degli obiettivi, impossibili da ottenere prima d'ora, come l'obiettivo RF 5.2mm F2.8 L DUAL FISHEYE, capace di semplificare notevolmente le riprese VR immersive a 180°. Ma per le fotocamere come per gli obiettivi, l'usabilità è stata la nostra priorità nello sviluppo del design.

"Con le mirrorless, alcuni utenti si aspettano un corpo leggermente più compatto, il che significa che bisogna ottimizzare lo spazio a disposizione per i pulsanti sulla fotocamera", spiega John. Anziché rimpicciolire o eliminare la maggior parte dei controlli diretti, però, i progettisti di Canon ne hanno introdotti di nuovi nella gamma di fotocamere del sistema EOS R.

I controlli sulla parte superiore e posteriore di una fotocamera Canon EOS R7.

I pulsanti e i controlli di una fotocamera moderna del sistema EOS R, come il modello EOS R7, sono posizionati in modo tale da facilitarne il funzionamento e presentano diverse forme e texture al fine di essere identificabili al tatto senza dover spostare lo sguardo dal mirino.

Il pollice di un utente regola la ghiera di controllo rapido e il multicontrollo combinati sul retro di una fotocamera Canon EOS R7, con una rappresentazione degli effetti delle regolazioni effettuate.

Il modello Canon T90 è stata la prima fotocamera a disporre di una ghiera elettronica, diventata poi una caratteristica comune a tutto il sistema EOS. La fotocamera EOS R7 è la prima fotocamera EOS a disporre di ghiera di controllo rapido e multicontrollo combinati, a destra del mirino. "Sono controlli familiari, ma sono stati combinati e posizionati in modo da essere pratici, senza bisogno di muovere troppo il pollice", spiega John. Quando si utilizza lo schermo posteriore o il mirino, ad esempio, si può ruotare la ghiera di controllo rapido per regolare la compensazione dell'esposizione o l'impostazione dell'apertura per esposizioni manuali (mostrata in rosso) e muovere il multicontrollo (in blu) per posizionare il punto AF.

Controlli innovativi

La maggior parte dei modelli dispongono ora di un pulsante di blocco multifunzione sul pannello superiore, ad esempio. Attivandolo, si evita che le impostazioni vengano cambiate nel caso in cui vengano toccati inavvertitamente la ghiera della fotocamera, il multicontrollo o la ghiera di controllo dell'obiettivo.

Il modello EOS R7 introduce maggiore convenienza sotto forma di un interruttore di accensione dotato di un'impostazione di registrazione di filmati, nonché dei comandi on/off. In questo modo si può passare in modo istantaneo dalle foto ai video e viceversa.

Tutte le fotocamere del sistema EOS R dispongono inoltre di un pulsante di ripresa del filmato accanto al pulsante di scatto dell'otturatore (o, nel modello EOS R3, accanto al mirino, vicino al pulsante AF-ON), che consente di registrare video senza dover passare alla modalità di registrazione di filmati. "È un modo per riconoscere che sempre più fotografi si occupano anche di video, e hanno bisogno di farlo in modo spontaneo", afferma John.

Questo pulsante di ripresa del filmato ha una forma diversa rispetto al pulsante dell'otturatore e al pulsante di blocco: tutti i pulsanti sono progettati per essere diversi al tatto, in modo tale da essere riconoscibili anche quando l'occhio è sul mirino. "Non realizziamo una parte e la replichiamo sul corpo", afferma John.

Con la fotocamera EOS R5, si può anche assegnare la propria impostazione di ripresa video preferita alla modalità di scatto personalizzata C3 quando la fotocamera è in modalità filmato, quindi attivarla con il pulsante di ripresa del filmato quando la fotocamera è in modalità foto.

Due moto in corsa viste attraverso il mirino. Sulla moto posteriore vi sono un cerchio arancione e un rettangolo blu.

Il sistema rivoluzionario Canon Eye Control AF della fotocamera EOS R3 permette di impostare o cambiare il punto AF rilevando quando l'occhio è sul mirino. Ecco cosa si vede nel mirino quando il punto AF passa sulla moto a destra: il cerchio arancione mostra che la fotocamera ha rilevato che l'occhio del fotografo sta guardando questo soggetto e il riquadro blu indica il nuovo punto AF su cui viene immediatamente spostata la messa a fuoco.

Illustrazione in sezione di una fotocamera EOS R con obiettivo RF applicato, che mette in evidenza la ghiera di controllo e la comunicazione con il chip del processore della fotocamera.

È possibile assegnare diverse funzioni alla ghiera di controllo su un obiettivo RF tramite la funzione di personalizzazione delle ghiere nel menu funzioni personalizzate. Tra queste possiamo trovare il metodo AF e l'ISO, la cui regolazione sulla ghiera sarebbe normalmente accessibile solo dopo aver premuto un pulsante.

Personalizzare la ghiera di controllo dell'obiettivo RF

La ghiera di controllo personalizzabile è una caratteristica integrata negli obiettivi RF Canon e un'altra innovazione che consente agli utenti di rispondere rapidamente in contesti dinamici. La possibilità di assegnare una funzione usata di frequente alla ghiera di controllo permette di realizzare modifiche e aggiustamenti in modo immediato, senza spostare l'occhio dal mirino. L'adattatore con ghiera anteriore Canon permette di disporre di questa funzione ergonomica anche sugli obiettivi EF, se utilizzato per montarli alle fotocamere del sistema EOS R.

In modo automatico, la ghiera di controllo su un obiettivo RF regola la compensazione dell'esposizione mentre il pulsante dell'otturatore viene premuto per metà nelle modalità Fv, P, Tv, Av o M. Altre funzioni comuni possono essere assegnate tramite il menu funzioni personalizzate della fotocamera. Ad esempio, la ghiera di controllo può essere utilizzata per cambiare l'ISO, l'apertura o la velocità dell'otturatore, o persino il metodo AF.

"Le ghiere hanno diverse texture in modo tale che anche quando lo sguardo non è sull'obiettivo sia possibile sapere quale si sta toccando: la ghiera di messa a fuoco, la ghiera di controllo o la ghiera dello zoom", continua John. "È una caratteristica di design discreta, ma che aiuta gli utenti a navigare tra gli strumenti in modo intuitivo. L'ultima cosa che vorresti fare è modificare la messa a fuoco anziché l'apertura, soprattutto se stai filmando".

Una vista dall'altro del modello Canon EOS R5, che mostra i vari pulsanti e controlli presenti sulla parte superiore.

Premendo il pulsante multifunzione (M-Fn) sulla fotocamera EOS R5 e ruotando successivamente la ghiera di controllo rapido, è possibile regolare in modo rapido le impostazioni della fotocamera utilizzate di frequente, come l'ISO, la modalità drive, il funzionamento di AF e il bilanciamento del bianco. Le impostazioni disponibili possono essere personalizzate nel menu funzioni personalizzate.

Una mano regge una fotocamera Canon con obiettivo applicato, mentre si regola la ghiera di selezione con una mano.

Priorità flessibile (Fv) è una modalità di scatto personalizzabile disponibile sulle fotocamere EOS R. "È come avere tutte le modalità in una", afferma John. "Apertura, velocità otturatore e ISO possono essere tutti completamente automatici oppure puoi impostare uno, due o tutti e tre i parametri in modalità manuale. Hai anche un'opzione 'fatemi uscire di qui', che ti consente di fare reset e riportare tutto in modalità automatica al tocco di un pulsante. È particolarmente utile nei casi in cui si debba lavorare in condizioni mutevoli".

Le funzioni personalizzate di Canon

I modelli EOS R5 ed EOS R6 includono una seconda ghiera di controllo rapido, per un totale di tre ghiere (o quattro, se si conta anche la ghiera di controllo dell'obiettivo). Ciò consente di avere il controllo diretto dell'apertura, della velocità dell'otturatore e dell'ISO quando si scatta in modalità manuale.

Tutte le ghiere possono essere personalizzate ulteriormente, così come le funzioni della maggior parte dei pulsanti della fotocamera. "La gamma di assegnazioni dei pulsanti è superiore a quella delle fotocamere EOS reflex digitali", conferma John. "Il motore di questo cambiamento è la comprensione del modo in cui le persone vogliono utilizzare le fotocamere oggi. Gli utenti vogliono cambiare le cose in funzione del loro modo di lavorare, sia per le foto che per i video". Se si vuole utilizzare la fotocamera EOS R6 per il vlogging, ad esempio, si può assegnare la registrazione di filmati al pulsante di profondità di campo, il che consente di avviare la ripresa video mentre lo sguardo è nell'obiettivo.

In aggiunta alle caratteristiche familiari delle fotocamere EOS, Canon ha inserito per la prima volta nel sistema EOS R nuovi metodi di controllo innovativi. Il modello EOS R originale, ad esempio, ha introdotto la barra touch multifunzione che offre la possibilità di cambiare le impostazioni in modo silenzioso e che può essere personalizzata con varie funzioni utilizzate di frequente, come l'ISO o il bilanciamento del bianco. È anche possibile regolare in modo preciso la funzione in modo tale che far scorrere la barra o toccare ciascuna estremità permetta di eseguire un'operazione diversa.

"Da allora", aggiunge John, "abbiamo anche introdotto il controllore smart sensibile al tocco sui modelli EOS R3 ed EOS-1D X Mark III, che combina AF-ON e selezione del punto AF. Sul modello EOS R3 abbiamo inoltre la funzione di Eye Control AF all'avanguardia. Abbiamo quindi introdotto questi nuovi aspetti ergonomici nel sistema EOS R, tutti pensati per rendere più semplice l'interazione con le fotocamere e gli obiettivi.

A prescindere dal soggetto dello scatto e dal modo di lavorare, la praticità e l'adattabilità delle fotocamere del sistema Canon EOS R, sviluppate e perfezionate nel corso di decenni di esperienza nel design dei modelli EOS e di comprensione degli utenti, le rendono gli strumenti ideali per lo storytelling visivo.

Una persona seleziona un'opzione sullo schermo posteriore di una fotocamera Canon che mostra la schermata di personalizzazione dei pulsanti.

Gli obiettivi RF e le fotocamere del sistema EOS R offrono un'ampia gamma di opzioni di personalizzazione dei pulsanti e delle ghiere. "Siamo ora in grado di offrire maggiore controllo sulle azioni possibili con un singolo pulsante", afferma John. Quando si configura una modalità di scatto personalizzata, si può decidere di attivare l'impostazione di aggiornamento automatico, che consente di aggiornare la modalità di scatto personalizzata quando si effettuano modifiche alle impostazioni della fotocamera. Se la funzione viene lasciata disattivata, verranno mantenute le impostazioni originali.

Consigli per personalizzare la tua fotocamera EOS R

Che tu voglia passare dalle foto ai video, muoverti in diversi ambienti o provare uno stile creativo alternativo, puoi personalizzare la tua fotocamera del sistema EOS R in modo da renderla perfetta per il tuo modo di lavorare.

Funzioni personalizzate

Il menu funzioni personalizzate offre un'ampia gamma di opzioni di personalizzazione dei pulsanti, delle ghiere e di altri parametri della fotocamera. "Non cambiare tutto in un colpo solo", suggerisce John. "Osserva come si comporta la fotocamera dopo ogni cambiamento". Sebbene sia possibile annullare le funzioni personalizzate individualmente, si può anche fare un reset completo utilizzando la funzione Clear all Custom Func (C.Fn). In questo modo però non si annulleranno i pulsanti e le ghiere personalizzate; per farlo, bisogna selezionare Clear customised settings.

Scorciatoie My Menu

La scheda My Menu consente di creare scorciatoie per le voci di menu e le funzioni personalizzate che utilizzi con maggiore frequenza. Tramite la scheda Add My Menu è possibile organizzare fino a cinque schede My Menu. Ogni scheda può essere rinominata tramite l'opzione Configure e selezionando Menu display è possibile impostare la schermata del menu che appare per prima quando si preme il pulsante Menu. "Ho creato il mio 'Ilvy menu' personale", racconta Ilvy Njiokiktjien, che ci spiega come per il suo lavoro di fotografa documentarista essere in grado di lavorare in modo rapido sia essenziale per catturare l'attimo. Tutte le funzioni che utilizzo più spesso sono lì".

Modalità di scatto personalizzate

Le fotocamere del sistema EOS R selezionate hanno tre modalità di scatto personalizzate che ti consentono di salvare un'istantanea delle impostazioni correnti, che può essere richiamata successivamente tramite C1, C2 o C3. Nei modelli più recenti, è possibile separare le modalità di scatto personalizzate a seconda che la fotocamera sia in modalità foto o video, per un totale di sei diverse opzioni. "Puoi impostare la tua fotocamera in modo che segua il tuo modo di pensare, il che rende il processo più fluido", afferma l'esperta di ritratti Guia Besana. "È come se fosse la mia migliore amica!"

Salvare le impostazioni su scheda SD

Se utilizzi due fotocamere EOS R5 o EOS R3, puoi trasferire le tue preimpostazioni personalizzate da un corpo all'altro utilizzando una scheda SD. "Se devi portare a riparare la tua fotocamera o devi noleggiarne un'altra per un lavoro, è molto utile salvare tutte le impostazioni su una scheda e caricarle su un'altra fotocamera", afferma il fotografo di sport d'azione Martin Bissig.

Scritto da Marcus Hawkins and Alex Summersby


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro