ARTICOLO

Festeggiando 10 anni di Canon Cinema EOS

Il sistema Cinema EOS compie 10 anni: scopri un decennio di film cinematografici girati con qualsiasi cosa, dall'originale videocamera Canon EOS C300 fino all'ultima aggiunta alla gamma, Canon EOS C70.
Gamma Canon Cinema EOS.

Il sistema Canon Cinema EOS compie 10 anni nel 2021 e la gamma continua a rafforzarsi.

Il sistema Cinema EOS di Canon ha fatto il suo debutto dieci anni fa. Basandosi sulla popolarità della pionieristica reflex digitale Canon EOS 5D Mark II nell'industria cinematografica, l'innovativo sistema di videocamere cinematografiche è stato progettato per offrire un'immagine cinematografica sublime e offrire ai registi una libertà creativa senza precedenti.

La prima videocamera Cinema EOS ha fatto proprio questo. La struttura compatta e modulare di Canon EOS C300 ne ha facilitato l'integrazione in una vasta gamma di produzioni. Era inoltre dotata di una serie di tecnologie video Canon, tra cui un sensore CMOS Super 35mm da 8.3 MP progettato specificamente per l'acquisizione di video e Canon Log Gamma per un flusso di lavoro più flessibile.
Canon EOS C300.

Il sistema Cinema EOS si è evoluto considerevolmente da quando è stato annunciato nel novembre 2011. La videocamera Canon EOS C300 è stata la prima della serie…

Canon EOS C70.

…e l'ultima aggiunta alla gamma è la videocamera Canon EOS C70, la prima videocamera dedicata ad avere un innesto RF nativo, lo stesso delle fotocamere mirrorless full frame del sistema EOS R di Canon.

A supporto del nuovo sistema è stata lanciata una gamma di obiettivi cinematografici CN-E dedicati. Canon progetta obiettivi cinematografici dal 1969, ma le moderne gamme di obiettivi zoom e a focale fissa CN-E sono progettate per ottenere la risoluzione e la gamma dinamica richieste dai cineasti di oggi.

Dal lancio del sistema Cinema EOS, Canon ha continuato a portare nuove innovazioni nell'industria cinematografica. La tecnologia AF nota come Dual Pixel CMOS AF è stata ad esempio originariamente sviluppata per Cinema EOS e presentata per la prima volta su Canon EOS 70D nel 2013. Successivamente è stato annunciato che l'originale EOS C300 e EOS C100 avrebbero ricevuto aggiornamenti Dual Pixel CMOS AF opzionali. Dual Pixel CMOS AF con rilevamento facciale è arrivato con il lancio di EOS C300 Mark II.
Canon Cinema RAW Light, introdotta su Canon EOS C200, ha reso le riprese in formato RAW più efficienti che mai e EOS C300 è stata la prima videocamera dotata di Canon Log, che massimizzava la gamma dinamica senza aumentare le dimensioni dei file. Man mano che i sensori sono diventati più sensibili, le videocamere Canon sono state in grado di acquisire una gamma dinamica ancora più ampia, quindi la prima curva Canon Log si è evoluta in Log 2 e poi in Log 3. I sensori DGO all'avanguardia visti per la prima volta su EOS C300 Mark III e utilizzati anche nell'ultimo modello Canon, EOS C70, consentono di estendere la gamma dinamica a oltre 16 stop e di offrire filmati HDR eccezionali.

La regista Regan Hall ha iniziato a girare lavori aziendali con l'originale videocamera Canon EOS C300 nel 2012. "Vedere i progressi tecnologici di Canon negli ultimi 10 anni è stato entusiasmante", afferma. "Essere in grado di registrare con una videocamera compatta, a 8K, utilizzando gli splendidi obiettivi Canon di qualità cinematografica, è la prova di quanto sia arrivata lontano la tecnologia".
Un tecnico che indossa guanti bianchi sta pulendo il sensore di una fotocamera Canon.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Per celebrare il decimo anniversario di Cinema EOS, celebriamo 10 esempi di registi che hanno utilizzato la rivoluzionaria tecnologia di Canon per produrre bellissimi contenuti di più generi.
La regista Alice Aedy sulla costa di Kiribati con in mano una videocamera Canon EOS C300 Mark II.

La documentarista e attivista Alice Aedy con "Cecil", la sua videocamera Canon EOS C300 Mark II (ora sostituita da Canon EOS C300 Mark III). Il lavoro di Alice si concentra su questioni di giustizia sociale, compreso il costo umano del cambiamento climatico e la migrazione forzata. © Alice Aedy

1. Registrare immagini che possono cambiare il mondo

Dopo aver visto una fotografia del corpo del rifugiato siriano di tre anni Alan Kurdi, ritrovato su una spiaggia turca nel 2015, la documentarista e fotoreporter britannica Alice Aedy ha preso la decisione che le ha cambiato la vita di "andare ad aiutare in qualche modo". La migrazione, i diritti delle donne e il cambiamento climatico sono diventati il fulcro del lavoro di Alice, che ora è passata dalle foto ai video.

Dopo aver inizialmente utilizzato Canon EOS 5D Mark III (ora sostituita da Canon EOS 5D Mark IV), è passata alle riprese con Canon EOS C300 Mark II (ora sostituita da Canon EOS C300 Mark III). Alice ha successivamente utilizzato EOS C70 abbinata a obiettivi Sumire Prime per riprese cinematografiche di alta qualità in un fattore di forma compatto. Spiega come la sua prima videocamera Cinema EOS le ha dato un nuovo senso di messa a fuoco quando si trattava di storie umanitarie e ambientali vitali.

Leggi di più sulla missione di Alice nel fare la differenza
Due uomini stanno in piedi su una barca di legno ormeggiata con un grande specchio d'acqua alle loro spalle. Uno dei due regola una fotocamera Canon EOS C500 Mark II, l'altro indica qualcosa in lontananza.

Il direttore della fotografia Martin Christ, a sinistra di questa foto scattata con Canon EOS C500 Mark II, nel corso della sua pluripremiata carriera ha utilizzato Cinema EOS e gli obiettivi cinematografici di Canon. © Martin Christ

2. Esplorando la magia degli obiettivi cinematografici di Canon

Canon è stato il marchio preferito durante i 25 anni di carriera del pluripremiato direttore della fotografia Martin Christ, che ha lavorato con le videocamere Cinema EOS in un mix diversificato di produzioni.

Martin ha anche impiegato un'ampia gamma di obiettivi Canon CN-E nel suo lavoro, dallo zoom servocomandato CN-E18-80mm T4.4 L IS KAS S per riprese in movimento al CN-E14mm T3.1 L F e cinema a focale fissa CN-E135mm T2.2 L F. "Per girare dei lungometraggi, è importante tenere conto della luminosità degli incarnati. Gli obiettivi a focale fissa CN-E garantiscono tonalità molto naturali e ben bilanciate, mantenute su tutta la gamma di aperture", spiega.

Scopri di più sulla vita di Martin con gli obiettivi cinematografici Canon
Un uomo che filma su una montagna delle Alpi svizzere con una videocamera Canon Cinema EOS.

La regista Regan Hall ha utilizzato Canon EOS C300 Mark III per girare un documentario sullo sport estremo del BASE jumping con tuta alare e i risultati sono stati mozzafiato. © Regan Hall

3. Riprese di BASE jumpers con Canon EOS C300 Mark III

La qualità cinematografica e le dimensioni compatte erano due caratteristiche che il regista Regan Hall e il direttore della fotografia Marek Klucar stavano cercando in una videocamera per girare un documentario sul BASE jumping con tuta alare.

Inizialmente hanno selezionato Canon EOS C500 Mark II per il suo sensore full frame e le capacità Dual Pixel CMOS AF, e successivamente sono stati aggiunti al kit del team una videocamera Canon EOS C300 Mark III e una videocamera Canon EOS R5, con l'obiettivo di creare "immagini cinematografiche in una configurazione di documentario in movimento". Canon EOS C300 Mark III è diventata rapidamente il corpo macchina principale del team, spesso abbinata all'obiettivo Canon CN-E30-105mm T2.8 L S/SP con uno zoom potente per individuare i temerari nel cielo.

"Il mio obiettivo è sempre stato quello di raccontare storie potenti utilizzando immagini cinematografiche di fascia alta", afferma Regan. "La sfida è stata sempre quella di far corrispondere i miei budget di produzione e le dimensioni della crew con il kit e la tecnologia disponibili. Ora, con le videocamere e gli obiettivi Canon di uno standard così elevato, la mia creatività non è vincolata dal budget o dalla tecnologia. Sto girando filmati cinematografici con un sistema di videocamere veloce e portatile: è ciò a cui ho ambito per tutta la mia carriera".

Leggi di più sulle riprese dello sport estremo che Regan definisce "pazzo"
Filmare l'interno di un ristorante dalle luci calde attraverso la finestra con una videocamera Canon EOS C700 FF e un obiettivo cinematografico Sumire Prime.

La direttrice della fotografia britannica Tania Freimuth ha utilizzato gli obiettivi cinematografici Canon Sumire Prime con innesto PL su un corpo macchina full frame Canon EOS C700 FF per girare il cortometraggio intitolato Change of Heart: una storia con una svolta tra un ragazzo e una ragazza. © Ben Morse

4. Accettare una sfida in condizioni di scarsa illuminazione con gli obiettivi Sumire Prime

Da quando sono stati lanciati nel 2019, gli obiettivi Sumire Prime con innesto PL sono stati accolti calorosamente per il loro aspetto cinematografico. Condividono lo stesso bilanciamento del colore delle loro controparti della gamma di obiettivi Canon CN-E, il che significa che è facile passare a un obiettivo Sumire Prime quando si desidera sfruttare il loro carattere unico, che include tonalità della pelle naturali, riflessi sottili, ricco effetto bokeh e calore organico.

La regista britannica Tania Freimuth ha messo alla prova gli obiettivi Sumire Prime durante le riprese di un cortometraggio notturno in un ristorante di Londra. "Volevo che il film fosse romantico, ricco e raffinato", afferma. Per ottenere il risultato finale suggestivo, è passata a un obiettivo Canon CN-E85mm T1.3 FP X su un corpo macchina Canon EOS C700 FF.

Nel corso degli anni Tania ha assistito a una serie di progressi tecnologici. "A parte il passaggio dalla pellicola al digitale, il cambiamento più grande che ho sperimentato nella mia carriera è stata l'aggiunta dell'acquisizione di immagini in movimento alle reflex digitali", afferma. "Per il regista indipendente, è stato un punto di svolta".

Tania ha continuato a filmare con una gamma di videocamere e obiettivi cinematografici EOS Cinema, tra cui l'originale Canon EOS C300. "Ricordo di essere stata contattata dal produttore per aver scelto di girare in Canon Log perché aveva bisogno di una valutazione, ma aveva un aspetto fantastico", dice. "Questo tipo di attrezzatura mi dà libertà di scelta".

Maggiori informazioni sullo scatto in condizioni di scarsa illuminazione di Tania con obiettivi Sumire Prime
Il direttore della fotografia Patrick Smith con una fotocamera Canon EOS C500 Mark II.

Il direttore della fotografia Patrick Smith ha girato una serie di documentari Netflix utilizzando videocamere approvate all'interno del sistema Canon Cinema EOS, incluso l'acclamato documentario scientifico The Surgeon's Cut. © Patrick Smith

5. Approvate da Netflix: videocamere Canon Cinema EOS

Netflix ha rigorosi standard di controllo della qualità e ha istituito la Netflix Post Technology Alliance in modo che possa collaborare con i produttori, incluso Canon, durante lo sviluppo di nuovi prodotti per garantire la compatibilità con le specifiche tecniche e di consegna dell'emittente. Un'ampia gamma di videocamere Cinema EOS attuali soddisfa già i requisiti di acquisizione per Netflix Originals, tra cui Canon EOS C70, EOS C700, EOS C500 Mark II e EOS C300 Mark III.
Patrick Smith, direttore della fotografia che ha realizzato numerose produzioni per Netflix con EOS C500 Mark II, spiega come il formato modulare della videocamera sia stato particolarmente utile in un documentario medico pionieristico per il prodigioso servizio di streaming, poiché ha consentito di modificare rapidamente la sua configurazione e quando necessario: lo strumento compatto perfetto in un ambiente ospedaliero in rapido movimento e reattivo.

"Sono arrivato alle videocamere cinematografiche Canon con Canon EOS C300 e ha cambiato radicalmente il modo in cui ho catturato il mio lavoro", ricorda. "Canon ha aperto la strada all'uso di videocamere con sensore di grandi dimensioni e profondità ridotta nei video con EOS 5D Mark II, ma con la gamma Cinema EOS abbiamo ottenuto lo straordinario panorama visivo delle riprese con sensore di grandi dimensioni in una videocamera approvata per il broadcasting.
Le videocamere cinematografiche Canon EOS C300 Mark III e Canon EOS C70.

EOS C70 ed EOS C300 Mark III: videocamere DGO a confronto

Entrambe le videocamere Cinema EOS sono dotate dell'innovativo sensore Canon 4K Super 35mm Dual Gain Output, ma quali sono le principali differenze e somiglianze tra di loro?
"Ero entusiasta di lavorare in questo spazio visivo e da allora non mi sono più guardato indietro. Ora giro con tre videocamere cinema EOS: EOS C300 Mark III, EOS C500 Mark II e EOS C70. Ognuna ha i suoi punti di forza, pur mantenendo la coerenza e la funzionalità della famiglia di prodotti cinematografici".

Leggi di più da Patrick sulle riprese di Netflix Originals con Cinema EOS
Roberto Palozzi, illuminato da un faretto, gira al crepuscolo all'interno di un'enorme cornice di legno ricoperta di pesce essiccato all'aria.

Lo scienziato e documentarista italiano Roberto Palozzi ha sfidato la fine dell'inverno nel nord della Norvegia per seguire le tracce del merluzzo artico dal mare al piatto, utilizzando Canon EOS C500 Mark II. "Attualmente non esiste una videocamera migliore per i documentaristi", afferma. © Roberto Palozzi

6. Filmare nell'Artico con Canon EOS C500 Mark II

Roberto Palozzi, per le riprese del viaggio dello stoccafisso, pesce essiccato e non salato, dalle isole Lofoten in Norvegia alle tavole da pranzo italiane, aveva bisogno di una videocamera abbastanza resistente da affrontare il gelo. Per questo, ha scelto Canon EOS C500 Mark II. "È una videocamera per fare film cinematografici, ma puoi metterla sotto pressione", dice. "Questa videocamera è stata bagnata e congelata, ma ha funzionato perfettamente e alla fine i risultati sono stati sorprendenti".

Una Canon EOS C200 ha svolto le funzioni della videocamera secondaria, il che significava che la produzione poteva essere girata interamente in Cinema RAW Light, che secondo Roberto è ora l'unico formato in cui girerà.

Le videocamere Cinema EOS sono state al fianco di Roberto nel corso degli anni. "EOS C300 è stata la videocamera che ha cambiato per sempre il concetto di cinema professionale", afferma. "Quando l'ho presa in mano per la prima volta, ho capito subito che il mio lavoro avrebbe avuto un grado di autorevolezza maggiore.

"In un mondo di cinema in gran parte dominato da sensori Super 35mm o più piccoli, la videocamera EOS C500 Mark II full frame era rivoluzionaria e innovativa come la prima EOS C300. Ha permesso ai documentaristi come me di sognare di essere cineasti al lavoro su un grande set cinematografico, anche quando stiamo filmando gli spaghetti in pentola per un programma di cucina in TV".

Leggi di più sulle riprese alla pesca del merluzzo artico di Roberto
Un'auto nel deserto ha una videocamera Canon EOS C700 FF attaccata a un braccio della gru sul retro.

Il direttore della fotografia Brett Danton si è recato nel deserto vicino ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, per girare uno spot pubblicitario di una supercar. Di fronte al caldo estremo e alle condizioni imprevedibili, sapeva che solo una videocamera molto speciale avrebbe potuto ottenere le riprese che stava cercando e ha scelto Canon EOS C700 FF. © Brett Danton

7. Al passo con EOS C700 FF nel deserto

Le videocamere Cinema EOS non sono state testate solo a temperature sotto lo zero, ma sono state spinte al limite anche nei deserti roventi. Il regista Brett Danton ha abbinato Canon EOS C700 FF a Canon EOS C200 per uno spettacolare servizio pubblicitario di supercar negli Emirati Arabi Uniti. Voleva creare immagini sorprendenti del veicolo guidato a velocità su uno sfondo di dune dorate e aveva bisogno di videocamere che potessero essere montate facilmente su gru per auto e droni. Era anche fondamentale che la sua attrezzatura non perdesse mai un colpo di fronte a temperature tortuose e sabbia fine.

"Uso le videocamere Cinema EOS sin dalla EOS-1 DC. Provenendo da uno sfondo di immagini fisse, questa è stata la perfetta transizione verso il movimento", afferma Brett. "Nei 10 anni in cui ho utilizzato le videocamere Cinema EOS, in alcuni degli ambienti più difficili del mondo, non ho mai avuto un guasto.

"Le funzionalità e il design della linea Canon EOS Cinema sono andati sempre più rafforzandosi", aggiunge. "Continuo a scattare sia in movimento che con foto in molti lavori e lavorare con Canon mi dà un aspetto coerente su entrambi i mezzi e l'attrezzatura è intercambiabile tra i formati. Ciò significa che posso dedicare più tempo alla creatività e meno tempo a preoccuparmi della compatibilità".

Leggi di più sulle riprese della supercar di Brett nel deserto
In un'immagine del documentario Hunting for Hedonia, un uomo sta subendo un intervento chirurgico al cervello in una sala operatoria.

Il documentario Hunting for Hedonia esplora la promettente scienza della stimolazione cerebrale profonda ed è stato girato dalla regista danese Pernille Rose Grønkjær con Canon EOS C300 Mark II e Canon EOS C200. © Immagine da Hunting for Hedonia, regista Rose Grønkjær, direttore della fotografia Ben Bernhard, Danish Documentary Production

8. Catturare l'arte della scienza con le videocamere Cinema di Canon

Hunting for Hedonia, un documentario lungo della regista danese Pernille Rose Grønkjær, rivela la potenziale procedura chirurgica che cambia la vita della stimolazione cerebrale profonda (DBS).

Per rimanere discreti e mobili e per ottenere l'estetica cinematografica ispirata al Nordic Noir che stavano cercando, Pernille e il direttore della fotografia Ben Bernhard hanno scelto Canon EOS C300 Mark II (ora sostituita da Canon EOS C300 Mark III) e Canon EOS C200.

L'obiettivo Canon CN7x17 KAS S E1/P1 Cine Servo è diventato l'obiettivo ideale per gran parte della produzione, offrendo flessibilità ed escursione dello zoom vitali durante le riprese in situazioni delicate come la chirurgia, dove non era possibile spostarsi e cambiare obiettivo. Pernille ha inoltre utilizzato una vasta gamma di obiettivi Canon, tra cui CN-E14mm T3.1 L F e CN-E50mm T1.3 L F, entrambi rinomati per le ottime prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione e il controllo creativo fine sulla messa a fuoco e sulla profondità di campo.

Leggi di più sulla realizzazione di Hunting for Hedonia
Un uomo con in mano una videocamera Canon EOS C70 riprende una donna in piedi in un campo di erba alta. Un'altra donna è in piedi accanto a lui.

La videocamera leggera e compatta Canon EOS C70 si è rivelata lo strumento ideale per il regista George Henton, che aveva bisogno di una videocamera discreta ma ricca di funzionalità per girare un documentario della BBC sulle donne yazide nel nord dell'Iraq. © Sangar Khaleel

9. Filmare una battaglia per la sopravvivenza in Iraq con Canon EOS C70

Il regista britannico George Henton ha portato la videocamera più piccola di Canon, la Canon EOS C70, sul campo nel nord dell'Iraq per filmare le donne che rischiano la vita per sgombrare le mine inesplose dalla loro patria. Per il documentario della BBC Our World Yazidi Women: Clearing Sinjar's Mines, ha seguito Amsha nel suo viaggio per affrontare l'eredità mortale lasciata dai militanti dell'IS.

George ha trascorso una settimana a filmare per molte ore in condizioni di caldo e polvere e la videocamera EOS C70 ha funzionato per tutto il tempo. "Ho adorato la lunga durata della batteria, il peso leggero e la natura discreta per uno scatto del genere", afferma.

Il regista/direttore della fotografia ha iniziato la sua carriera come fotoreporter durante la Primavera Araba. Utente Canon di lunga data, George ha iniziato a girare video con Canon EOS 5D Mark IV, prima di passare al sistema Cinema EOS con EOS C100, EOS C200 e ora EOS C70. "Avere il corpo macchina più piccolo, ma con tutte le caratteristiche professionali, inclusi filtri ND e ingressi XLR integrati, è stato fantastico", afferma. "La fotografia è stupenda".

10. Ieri e oggi: un decennio di documentari distintivi e molto di più girati su Cinema EOS

Dal lancio di Canon EOS C300 10 anni fa, le videocamere del sistema EOS Cinema sono state utilizzate per creare momenti indimenticabili al cinema e in televisione.

Se stai cercando un buon esempio, prova The Salt of the Earth, un documentario candidato all'Oscar 2014 sul fotoreporter brasiliano Sebastião Salgado. È un ritratto rivelatore della vita e del lavoro di Salgado, diretto da suo figlio, Juliano Ribeiro Salgado e dal visionario tedesco Wim Wenders, e girato principalmente con una videocamera Canon EOS C300.

Altre produzioni filmate con Canon includono il vincitore della Palma d'Oro 2013 Blue is the Warmest Color (EOS C300), il blockbuster di Tom Hanks del 2013 e pluri-contendente all'Oscar Captain Phillips (EOS C300), la sitcom di successo di Netflix e la tredicesima candidata agli Emmy Grace e Frankie (EOS C700) e Free Solo, vincitore dell'Oscar per il miglior documentario 2019 (EOS C300 Mark II).

Dato che le tecnologie delle videocamere e degli obiettivi cinematografici di Canon continuano a evolversi, una cosa è certa: le soluzioni video professionali di Canon continueranno a sostenere e a liberare i creatori per dare vita alle loro visioni.

Scritto da Marcus Hawkins & Lucy Fulford


Articoli correlati

  • Il cineoperatore Steve Holleran utilizza una videocamera Canon EOS C300 Mark III per riprendere una ballerina sull'ala di un aereo.

    ARTICOLO

    Perché scegliere una videocamera Cinema EOS?

    Le videocamere ibride offrono moltissimi vantaggi. Quindi, perché utilizzare una videocamera cinematografica? Scopri i 6 motivi per cui una videocamera Cinema EOS costituisce l'opzione migliore per i videografi.

  • Le prime riprese con Canon EOS C70

    STORIA DI UN SERVIZIO

    Le prime riprese con Canon EOS C70

    Jolade Olusanya parla di come ha utilizzato la videocamera Cinema EOS di Canon con innesto RF per realizzare un bellissimo filmato della poetessa Sophia Thakur.

  • Una videocamera Canon EOS C500 Mark II con un obiettivo Canon Sumire Prime CN-E50mm T1.3 FP X.

    ARTICOLO

    Girare Cyn con gli obiettivi Canon Sumire Prime

    La direttrice della fotografia Tania Freimuth spiega come gli obiettivi Sumire Prime di Canon abbiano permesso a Cynthia, la prima moglie di John Lennon, di emergere dall'ombra del marito.

  • I migliori obiettivi Canon RF per i video

    ARTICOLO

    I migliori obiettivi Canon RF per i video

    Con l'introduzione sul mercato dei modelli EOS C70 ed EOS R5, Canon si sta spingendo oltre i confini dell'innovazione delle videocamere. Quali sono gli obiettivi RF più adatti per i video?

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro