Canon è Digital Imaging Partner della mostra "Hokusai, Hiroshige, Utamaro".

Milano, 21 settembre 2016 - L'arte così come la cultura e la creatività rappresentano un patrimonio inestimabile dell'umanità. Canon si impegna a valorizzare e supportare le ricchezze e le bellezze italiane, mettendo a disposizione delle realtà promotrici di beni artistici e culturali le proprie tecnologie e competenze.

Un viaggio unico e coinvolgente tra le opere dei tre artisti giapponesi più famosi al mondo, arricchito e valorizzato dalle tecnologie Canon

Nella suggestiva sede di Palazzo Reale di Milano verrà infatti ospitata (dal 22 settembre 2016 al 29 gennaio 2017) "Hokusai, Hiroshige, Utamaro", una mostra dedicata ai tre più famosi artisti giapponesi, di cui Canon è Digital Imaging Partner.

L'esposizione conta oltre 200 silografie policrome e libri illustrati provenienti dalla prestigiosa collezione dell'Honolulu Museum of Art, in un progetto organizzato dal Comune di Milano insieme a MondoMostre Skira a cura dalla professoressa Rossella Menegazzo, docente di Storia dell'Arte dell'Asia Orientale dell'Università degli Studi di Milano.

"Crediamo nella forza delle immagini per creare valore e diffondere la cultura della bellezza e dell'eccellenza italiana, parlando una lingua che arriva a chiunque", ha dichiarato Enrico Deluchi, Amministratore Delegato di Canon Italia. "Lo stesso impegno, oggi, lo rivolgiamo con particolare orgoglio a promuovere la storia e la cultura giapponese insita nel nostro DNA, nonché per celebrare i 150 anni degli accordi bilaterali tra l'Italia e il Sol Levante".

In qualità di Digital Imaging Partner della mostra, Canon ha messo a disposizione le proprie tecnologie di stampa e di video proiezione. Grazie alla collaborazione con fpe spa, un laboratorio di stampa presente da 50 anni sul mercato e punto di riferimento a livello europeo, sono state realizzate le principali stampe della mostra con tecnologia Canon Arizona. Inoltre l'esperienza del visitatore è arricchita da una videoproiezione immersiva offerta grazie a 8 proiettori XEED WUX6010. L'intera mostra rappresenta un'occasione unica all'insegna del viaggio, della scoperta e dell'incontro di due culture.

"Il contributo di Canon a questa mostra è un ottimo esempio di come le tecnologie possano innovare e migliorare la fruizione e la valorizzazione delle opere d'arte", ha commentato Teresa Esposito, Direttore Marketing Business Groups di Canon Italia. "E' innegabile l'importanza delle innovazioni tecnologiche per il settore artistico. Queste infatti consentono di creare nuove modalità di fruizione, trasmettere i messaggi culturali alle aziende così come alle nuove generazioni e vivere esperienze uniche e coinvolgenti. Nel caso di questa mostra, si abbattono anche le distanze geografiche avvicinando due differenti culture. Il 2016 è per Canon l'anno di #IoX Imaging of Italian Xellence - conclude Teresa Esposito."

Leggi il prossimo

Canon è Digital Imaging Partner di THERE IS A PLANET, l’esposizione dedicata a Ettore Sottsass presentata dal Triennale Design Museum

Prosegue la stretta collaborazione tra Canon e la Triennale per supportare l’eccellenza artistica italiana.